2015 Sùn Nà

SunnaBookletdx_Page_qDopo il successo del debutto solista Popular Games, il compositore campano Max Fuschetto torna con un secondo album dal titolo Sùn Ná (Hanagoori Music) che in lingua Yoruba significa “dormi ora” e che, per una sorprendente assonanza delle stesse parole, unite in una sola, nel dialetto campano significa “sognare”… Sùn Ná attraversa la musica sperimentando nuovi equilibri e inedite combinazioni sonore: la ricca messe strumentale e vocale rende sospeso e sfumato il confine tra gli strumenti tradizionali e il corpo elettronico e, come di consueto nella scrittura di Fuschetto, spicca l’incessante cross-over linguistico. Sùn Ná è un elogio della diversità e delle connessioni: si canta in francese, in inglese, in lontane lingue africane, in arbereshe, tra musica colta, etnica, popolare, improvvisazione e molto altro. Una trama sonora ricca di molteplici risonanze, un interessante rapporto tra gli elementi in primo piano – come i temi e i motivi – e lo sfondo. Fuschetto trasforma forme consuete come quelle della canzone in esperienze liquide che si destrutturano per lasciar libero l’inconscio di procedere. I temi chiave sono il sogno, il ritorno nei luoghi mitici dell’infanzia, l’amore, il mare inteso come condominio di casbe dove le voci della diversità si inseguono intonando un mantra misurato dal respiro – che misura la musica.